MAJANO CONFERISCE LA CITTADINANZA ONORARIA AI VIGILI DEL FUOCO

A due anni dall’approvazione della delibera in consiglio, il 5 maggio 2018 Majano ha conferito la cittadinanza onoraria al Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

A causa degli eventi calamitosi che hanno colpito l’Italia negli ultimi 2 anni non è stato possibile consegnare materialmente questo riconoscimento, cosa che invece è stata possibile sia per l’esercito che per i carabinieri. Questa consegna è avvenuta nella sala consiliare del Municipio, nell’ambito delle celebrazioni per il 42° anniversario, continuate il giorno dopo, il 6 maggio, con la cerimonia che ogni anno accompagna a Majano questo anniversario.

Alla consegna hanno partecipato oltre ai vertici regionali e nazionali dei Vigili del Fuoco, sopra tutti il Comandante  Gioacchino Giomi, anche il commissario straordinario del governo per il terremoto del Friuli Giuseppe Zamberletti. Nel corso del pomeriggio sono intervenuti alcuni pompieri che presero parte alle operazioni di soccorso: Gianni Scarpin, Marino Giletti e Giorgio Godina. Godina in particolare ha ricordato la sera del 6 maggio; a Majano la situazione era terribile con due condomini collassati.

Toccante è stato il video iniziale, che si è concluso con l’immagine di una scritta su un muro “I vigili del fuoco hanno visto tutto e hanno pianto. Firmato uno per tutti”, perchè il motto di questo Corpo, come ha ricordato l’ing. Giomi, è Ubi dolor, ibi vigilantes, cioè dove c’è il dolore lì ci sono i vigili.

Oltre alla cerimonia, di cui potete vedere alcune foto cliccando qui, è stata inaugurata la mostra fotografica appositamente allestita dal Comando di Udine e dedicata all’impegno dei vigili del fuoco negli interventi di soccorso del terremoto del 1976. La mostra resterà aperta, con accesso libero, fino al 20 maggio 2018.